Testicom – Gruppo testimonianze

BiR è da sempre impegnata nell’ambito della promozione della partecipazione attiva e della sensibilizzazione dei giovani. E’ proprio per questo motivo che ogni anno contattiamo scuole (principalmente superiori), oratori e centri di aggregazione giovanile per poter organizzare incontri di testimonianza – tenuti dai nostri volontari – che siano, all’interno dei luoghi istituzionalmente preposti all’educazione dei giovani, un momento di arricchimento ed uno spunto per riflettere su temi di cui spesso si parla per “sentito dire”.

Quello che generalmente proponiamo non è però una lezione “frontale”, ma un intervento che dia spazio alla costruzione di  una consapevolezza di cosa sia il volontariato e la cittadinanza attiva e da testimonianze concrete dell’esperienza vissuta dai nostri volontari.

Crediamo fortemente che il volontariato sia un’opportunità altamente formativa e trasformativa per i ragazzi, un modo per impegnare il proprio tempo libero costruttivamente, divertendosi, conoscendo nuove persone ed operandosi per qualcosa di utile per loro e per gli altri.

Alcune delle scuole di Milano e della Lombardia con cui già siamo in contatto e dove abbiamo organizzato incontri sono: Manzoni, Carducci, Einstain, Vittorio Veneto, Leopardi, Vittorini, Berchet, Orsoline, Beccaria, Cremona e Zappa, Virgilio, Salesiani S.Ambrogio e molte altre anche sul territorio lombardo.

TESTIMONIANZE

Raccontare non sempre è facile. Testicom sta per “TESTImonianze e COMunicazione” e questo è quello che il gruppo cerca di fare durante l’anno. Per alcuni di noi è partito come un bisogno, una necessità di sfogo. Per altri questo bisogno si è trasformato in una nuova sfida, cercare di entusiasmare adolescenti stanchi di tutto. Cercare di far capire chi è BiR e con che spirito promuove le sue iniziative, chi sono i ragazzi che ogni anno incontriamo in Istituto, cosa sono quei braccialetti colorati che portiamo ai polsi o cosa significa un sorriso durante la giornata. Sensibilizzare, favorire l’esperienza di umanità, apprezzare la bellezza della relazione con l’altro chiunque esso sia. Abbiamo accettato a volte con fatica e amarezza di non salvare, di non cambiare, né migliorare vite, ma ci siamo scoperti pronti a lasciarci sorprendere, emozionare e aiutare da chi abbiamo incontrato. Oltre all’esperienza di volontariato, alla proposta di partecipazione del campo estivo c’è la volontà di aprire altre porte, intraprendere nuovi percorsi di riflessione. Nascono così gli interventi sugli Orfani Bianchi e sui Diritti dell’Infanzia che il gruppo ha interamente pensato e strutturato insieme e condiviso in molte occasioni sia nelle scuole che in altri ambienti di aggregazione. - Marti